torna ai musei

Museo Palazzon

Lusiana Conco
All’interno di un caratteristico e bellissimo edificio seicentesco, situato nel cuore di Lusiana, si trova il Museo Palazzon che è la memoria e testimonianza delle usanze e dei costumi degli abitanti di questi paesi sulla costa dell’Altopiano dei Sette Comuni. Qui sono esposti oggetti autentici che arricchiscono le ricostruzioni di ambienti del passato, stanze e arnesi, che raccontano storie affascinanti ai visitatori di oggi, sapientemente legati da un unico filo conduttore: il modo di vivere di un tempo o “de ‘sti ani”. Un’attenzione particolare è riservata al cibo, dal modo per procurarlo al sistema di preparazione, alle tecniche per la conservazione; così come la produzione di abiti con l’uso della lana partendo dalle pecore ed arrivando all’abbigliamento popolare., completato dall’angolo del ciabattino con la produzione delle “sgalmare“, le scarpe con la suola di legno e le brocche in ferro. E poi la scuola di quando si usavano pennino e calamaio.
La visita
La visita al museo si svolge con l’accompagnamento della guida che illustra le tradizioni e la quotidianità di come si viveva qui a fine ‘800. Si percorrono le ricostruzioni di ambienti domestici riccamente popolati di oggetti originali quali la cucina con la cantina e la camera da letto, ma anche un’aula con i banchi dotati di calamai per l’inchiostro; si esplorano poi le botteghe: la più tipica è la casara, che riprende puntualmente la vita nelle malghe d’alpeggio presenti nel territorio e svela i segreti della preparazione del formaggio d’allevo. Fiore all’occhiello del museo, è la parte dedicata alla lavorazione della treccia di paglia, arte povera con origini, tra storia e leggenda del “Nicoletto dello Stabile”, proprio a Lusiana attorno alla seconda metà del 1600.
La storia
Chiudi

Il progetto museale nasce con la volontà di organizzare l’offerta culturale relativa al patrimonio storico, culturale, ambientale e le tradizioni di Lusiana, prevedendo luoghi di valorizzazione differenziati e collocati in diversi punti del territorio dando forma a un museo diffuso, capace di restituire la ricchezza e la varietà delle tracce di un passato significativo. Il Museo offre la possibilità di avvicinarsi alle tradizioni locali, riscoprendo lo stile di vita tipico dei margini dell’Altopiano, in un’area tra collina e montagna e si integra con altri siti quali il Villaggio preistorico del Monte Corgnon, l’area dei Labioli, il Giardino Alpino “Dario Broglio” del Monte Corno e la Valle dei Mulini.

Nel territorio sono presenti inoltre testimonianze artistiche pregevoli, come la chiesa di San Giacomo Apostolo con altari realizzati con stupendi marmi locali e dove sono state restaurate straordinarie opere di Jacopo Dal Ponte detto il Bassano, come la pala della “Natività” (1510-1592), simile al “ Presepio di S.Giuseppe del museo di Bassano e “La discesa dello Spirito Santo” altra caratteristica “palesella”.

Il Museo apre i battenti nel giugno 2002, affidando la gestione in convenzione all’Associazione Lusaàn ar Spilar Natura.

Maggio, Giugno, Settembre e Ottobre, domenica e festivi dalle 15.00 alle 18.00.

Luglio e Agosto sabato dalle 15.30 alle 18.30 e domenica dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 19.00.

Tutti i giorni in qualsiasi periodo dell’anno su prenotazione, per gruppi e scolaresche.

€ 4,00 intero;

€ 3,00 ridotto, dai 6 ai 10 anni e over 65 ;

gratuito fino ai 5 anni compresi e per portatori di handicap e 1 accompagnatore.

Tel. 0424 407264 da lunedì a venerdì dalle 9.00 alle 12.00

Tel. 3332339600 dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 12.00

e-mail: informazioni@museodilusiana.it (Segreteria Associazione Lusàan ar spilar)

sito web: www.museodilusiana.it

come raggiungerci
Servizi disponibiliWCAccesso disabili motori totaleSala conferenzeParcheggioRaggiungibile con mezzi pubbliciPercorsi per bambiniArea ristoro copertaArea ristoroArea giochi
Piccola Sfinge
1 1