torna ai musei

Museo Civico della Ceramica “Giuseppe De Fabris”

Nove
Il Museo Civico della Ceramica fornisce un’ampia documentazione sulla varietà di stili, decori e materiali adottati nella produzione delle manifatture novesi, bassanesi e del territorio vicentino a partire dal Seicento e fino ai nostri giorni. L’equilibrata suddivisione per epoche degli oggetti esposti offre una visione articolata sia della produzione antica e storica che di quella di celebri artisti contemporanei. Il visitatore può immergersi in un processo produttivo che ha visto evoluzioni artistiche accanto a quelle tecnologiche e metterle in relazione con quanto avvenuto in altre famose manifatture di Venezia, Treviso, Este, così come da altre regioni italiane, famose per la tradizione di questa lavorazione, Toscana, Lombardia, Trentino, Liguria; così come da paesi quali Germania, Francia e Olanda.
La visita
Specchiere ottocentesche, in stile neorococò, rappresentano il fiore all’occhiello della collezione, mentre magnifici appaiono i vasi realizzati per le Esposizioni Universali nella seconda metà del XIX secolo, con cui i valenti ceramisti novesi seppero tener testa ai migliori produttori inglesi, francesi e tedeschi. Nella sezione di opere contemporanee spicca per importanza il prezioso nucleo di ceramiche premiate ai Concorsi del Salone Internazionale della Ceramica dal 1949 al 1975, concesso in deposito permanente dalla Fiera di Vicenza, che conta circa 300 pezzi: sono opere di artisti italiani e stranieri, taluni divenuti nel frattempo celebri. L’opera più prestigiosa di questa sezione è il vaso con figure femminili di Pablo Ricasso, datato 1950.
La storia
Chiudi

Fin dalla metà del secolo XX i Novesi resero esplicita l’intenzione di dotarsi di un Museo Civico. Da quell’epoca iniziarono a formare una collezione di ceramiche di pregio per costruire una prima raccolta museale nell’edificio che ospitava la Scuola di Disegno, poi Regia Scuola d’Arte e quindi Scuola d’Arte di secondo grado, fatta erigere secondo la volontà testamentaria di un generoso mecenate, lo scultore Giuseppe De Fabris, il concittadino più celebre per levatura artistica e impegno civile (Nove 1790-Roma 1860).

Il Museo fu inaugurato nell’aprile del 1995 e a tutt’oggi conta oltre millequattrocento opere di proprietà e un centinaio concesse in deposito da collezionisti.

Da Martedì a Sabato dalle 10.00 alle 13.00;

Domenica dalle 14.30 alle 18.30.

Chiuso il lunedì.

€ 4,00 intero; € 3,00 ridotto

Tel. 0424 597550

E-mail: museo@comune.nove.vi.it

sito web:

come raggiungerci
Servizi disponibiliWCAccesso disabili motori parzialeArchivioArea giochiBookshopAudio guidaPercorsi per bambiniRaggiungibile con mezzi pubblici
Ceramica
Piatto Azzurro di Ceramica
Piatto Bianco di Ceramica
Vaso Lungo di Ceramica
Vaso di Ceramica
1 5 
Vedi tuttiProposte educative
Scuola dell'infanzia, Scuola primaria, Scuola secondaria 1 Caccia all'oggetto misterioso Museo Civico della Ceramica “Giuseppe De Fabris”
 
Visita guidata
Scuola dell'infanzia, Scuola primaria, Scuola secondaria 1, Scuola secondaria 2 Laboratorio didattico Museo Civico della Ceramica “Giuseppe De Fabris”
 
Laboratorio