torna ai musei

Museo dell’Acqua

Asiago
Il Museo dell’Acqua racconta del lungo rapporto tra questo elemento e l’Altopiano dei Sette Comuni, un territorio carsico dove, malgrado le copiose precipitazioni meteoriche, questo elemento risulta scarso. L’acqua è il filo conduttore che mette assieme argomenti che vanno dalla geologia, al sociale, alla storia e all’etica. L’acqua infatti è un bene essenziale, come l’aria, per la vita sulla Terra così il Museo esplora i molteplici aspetti del rapporto uomo-ambiente attorno a questo filo conduttore: partendo dalla morfologia del territorio, ripercorrendo gli usi e le abitudini connesse all’utilizzo e alla gestione di questa risorsa nel tempo; approfondendo gli aspetti scientifici e facendosi promotore di una cultura dell’acqua quale risorsa indispensabile e bene comune e non come merce.
La visita
La visita al Museo offre la possibilità di affrontare diversi aspetti del rapporto acqua-uomo-ambiente. L’acqua ad esempio come forza generatrice di un paesaggio sotterraneo di grande fascino, che ha condizionato però la vita degli abitanti dell’Altopiano: per trattenere l’acqua in superficie sono stati realizzati sistemi e manufatti per consentire gli insediamenti abitativi, l’allevamento degli animali, ma anche per sfruttarne la forza motrice. Ma l’acqua anche come gioco e divertimento: quando nevica o ghiaccia e si possono praticare tutti gli sport invernali, grazie ai quali si è sviluppato il turismo di questo territorio. E leggende legate alla conformazione del terreno con caverne e sorgenti che sopravvivono nei racconti orali, ma anche nei toponimi di origine cimbra. Il museo si completa con un sentiero didattico nell’area circostante, che permette di integrare sul campo quanto appreso al museo, e offre mostre temporanee, conferenze e laboratori per i visitatori più piccoli.
La storia
Chiudi

l Museo dell’Acqua nasce da un’idea del Gruppo Speleologico Settecomuni (G.S.S.) di Asiago che ne ha curato il progetto e la ricerca fondi e che ora continua ad implementarlo e ne cura la gestione. Il G.S.S è un’associazione che nasce, vive ed opera direttamente su un altopiano carsico e, in oltre quarant’anni di storia, ha realizzato molteplici studi che esplicitano il legame tra questo territorio e l’acqua.

Negli anni ’90, il Gruppo propone agli amministratori locali il proprio progetto per realizzare un museo dedicato a quetsi temi e , dopo vari tentativi, ci viene data la possibilità di occupare la “Possesione Kaberlaba”, nel comune di Asiago, valorizzando al contempo questo sito. La struttura è composta da una antica casa colonica e da una vasta area di pascolo e bosco, ristrutturata grazie ad un finanziamento della Comunità Europea, destinato al progetto “Museo dell’Acqua”. Gli spazi circostanti ci hanno permesso la realizzazione di un sentiero didattico già nel 2005 mentre, nel maggio del 2009, ci viene consegnata la casa, quale futura sede stabile del museo. Dopo un mese il museo apre al pubblico e, da allora il Gruppo Speleologico Settecomuni garantisce circa 150 giornate di apertura all’anno oltre alle visite infrasettimanali su prenotazione.

Sabato, domenica e giorni festivi: 10.00 – 12.30 / 14.30 -18.00.

Luglio, agosto e festività natalizie: tutti i giorni 10.00 -12.30 / 14.30 -18.00.

Chiuso: 25 dicembre e 1° gennaio.

Biglietto: € 4.00 intero;
€ 3.00 ridotto (dai 6 ai 18 anni e oltre i 65; Studenti Universitari provvisti di tessera universitaria valida);

gratuito: bambini fino ai 6 anni, portatori di handicap con relativo accompagnatore; guide di gruppi, insegnanti e interpreti nell’esercizio della loro professione.

Percorrenza sentiero: Libera e gratuita (senza guida)

Visite con guida solo su prenotazione (minimo 10 persone paganti)

Tel. 0424 463170

e-mail:info@museodellacqua7comuni.it

sitoweb: http://www.museodellacqua7comuni.it/

come raggiungerci
Servizi disponibiliAccesso disabili motori totaleWCPercorsi per bambiniParcheggioBookshopBibliotecaBarWi-fiSala conferenze
Filtro Ceramico
Filtro
Bottiglie D’Epoca
1 3