trovaci su altre piattaforme:   

home»MUSEI»Arte»Palazzo Fogazzaro

[Versione grafica del sito] Passa alla versione accessibile

Schio

Palazzo Fogazzaro

la storia

Palazzo Fogazzaro venne costruito nel 1810 su progetto dell'arch. Carlo Barrera (1759 – 1837) di Lugano, a Schio già progettista di Palazzo Garbin e del Duomo di San Pietro.
Il Palazzo si affaccia su via Pasini e rientra nella tipologia degli edifici palladiani con portico e loggia sovrapposta; sorge su un sito precedentemente occupato da un opificio per la cardatura dei panni, sempre di proprietà della famiglia Fogazzaro.
Il loro lanificio aveva assunto notevole importanza tanto da figurare nel 1769 tra le 25 fabbriche “privilegiate”, sulle 75 allora esistenti a Schio, e arrivando a occupare un centinaio di persone. Il committente del nuovo Palazzo, Mariano Fogazzaro, bisnonno dello scrittore Antonio, era stato podestà nel 1809 e con gli avvenimenti del 1815 si trasferì nella più tranquilla Padova, mentre a Schio rimase la figlia con il genero.
Dall'uso originario di abitazione e magazzino per lane e granaglie, che costituivano le attività di famiglia, l'edificio è passato nel '900 ad essere sede di vari organismi ed istituzioni, tra cui il Regio Commissariato e la Pretura Urbana.
Acquistato dal Comune nel 1948 e sottoposto nel 1960 ad un primo restauro ha ospitato vari istituto di istruzione superiore.
I lavori di restauro degli anni 2002 – 2003 hanno comportato il consolidamento strutturale, il recupero del piano seminterrato, il parziale restauro della sala degli affreschi e il restauro dei pavimenti alla veneziana, nel 2010 è stato risistemato il cortile anteriore.

 

torna alla pagina del museo...
condividi Condividi